venerdì 8 febbraio 2013

Correva l'anno: Rollè di salmone alle verdure

Correva l'anno 2000; vivevo da sola già da un po' e dopo il solito periodo di ribellione alla cucina materna, periodo fatto da Nutella, merendine, QuattroSaltiinPadella (tutto quello che a casa non mangiavo praticamente mai), mi sono riavvicinata alla cucina "cucinata"...vuoi per motivi di costi, vuoi per motivi di gusto (comprare gli spinaci, lessarli e ripassarli con mozzarella e parmigiano permette di avere un piatto più gustoso, probabilmente più sano e sicuramente più economico dei cugini della Findus), vuoi perchè il tempo e la voglia non mancava..

Dicevo correva l'anno 2000, l'anno della prima edizione de "La prova del cuoco"....Un giorno ero a casa, la televisione accesa proprio sul programma della Clerici ed io stavo facendo altro, quando mi cade la coda dell'occhio su un filetto di salmone che stava uscendo dal forno (in televisione!). Per me, all'epoca, il salmone era una delle cose più raffinate che c'erano, che mi facevano "figo", il salmone era l'ingrediente della festa o delle occasioni speciali, non l'avevo mai preparato, ma l'idea di poterlo cucinare io in modo facile e veloce mi ha attirato da subito.
Il cuoco, in televisione, taglia una fetta e sorpresa....è ripieno!!! "Questa la devo assolutamente fare!" mi sono detta, peccato che non avessi prestato attenzione a come era fatto quel rotolo e così nel corso degli anni togli di qua, aggiungi di là, prova con questo, no ci sta meglio quello....sono arrivata ad una ricetta che, pur non essendo quella vista, mi soddisfa tantissimo, che per tanto tempo è stata dimenticata nel quadernino nero dove segnavo le ricette, ma che l'altro giorno mi è tornata alla mente complice l'aver trovato un bellissimo filettino di salmone in pescheria.

ROLLE' DI SALMONE ALLE VERDURE

INGREDIENTI

1 filetto di salmone
1 peperone rosso
2 carote
2 zucchine
4 porri
1 uovo
pangrattato qb
olio EVO
1/2 bicchiere di vino bianco
sale, pepe, timo

Ho pulito e tagliato a dadini le verdure (i porri li ho fatti a fettine sottili) e le ho fatte saltare in padella con un filo di olio EVO e un pizzico di sale (coprendo la padella). Quando le verdure erano a metà cottura ne ho tolte un paio di cucchiaiate ed ho terminato la cottura aggiungendo il timo e regolando di sale e pepe.

Nel frattempo ho eliminato dal filetto di salmone qualche spina che era rimasta, ho eliminato la pelle e l'ho aperto a portafoglio ricavandone una fetta rettangolare.


Ho messo il pesce su un foglio di carta da forno. In una ciotola ho sbattuto l'uovo, aggiunto le verdure tenute da parte e un po' di pangrattato, giusto quanto basta per rendere più asciutto il ripieno. Ho regolato di sale e pepe e l'ho messo al centro della fetta di salmone. Aiutandomi con la carta ho arrotolato il salmone, avvolgendo la carta forno ben stretta e chiudendo bene il cartoccio (io mi sono aiutata con lo spago da cucina). Ho messo il cartoccio in una pirofila da forno, l'ho coperto con mezzo bicchiere di vino bianco e un filo di olio. Ho cotto il rollè in forno caldo a 180° per 20 minuti coperto (con l'alluminio) e per altri 10 scoprendolo.

Ho aspettato che il rollè si raffreddasse, l'ho tagliato a fettine e rimesso nella pirofila con il sughetto che si era formato in cottura e l'ho scaldato leggermente. L'ho quindi servito accompagnandolo con la dadolata di verdure.


NOTE:
- Buono anche a temperatura ambiente, l'importante è che non sia caldissimo.
- la cottura al cartoccio lo rende più leggero (per quanto possa essere leggero il salmone)
- Le verdure del ripieno possono essere variate a piacere
- La ricetta originaria prevedeva (me lo ricordo bene) di usare del riso lessato al posto del pangrattato per asciugare la farcia, ma a me non fa impazzire (ma è un mio parere del tutto personale)
- Soprattutto è un secondo piatto da "Tanta resa, poca spesa" buono, gustoso e scenografico senza richiedere troppo impegno per realizzarlo.


1 commento:

  1. Io adoro il salmone.....e così sembra ancora più gustoso!!!!

    RispondiElimina